Calendario
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
Visitors Counter
43482
TodayToday5
YesterdayYesterday30
This_WeekThis_Week353
This_MonthThis_Month779
All_DaysAll_Days43482
172.68.65.243

Confesercenti Padova: Rossi incontra il Comandante della Guardia di Finanza sulle sagre

Si è tenuto la settimana scorsa un proficuo incontro tra il Presidente Confesercenti Nicola Rossi ed il Comandante della Guardia di Finanza col. Putzu Gavino, sull’annoso tema delle sagre e manifestazioni gastronomiche.

Rossi, accompagnato dal Presidente di Confesercenti del Conselvano, Settimo Gallocchio, ha ribadito : “Purtroppo siamo ancora obbligati a segnalare una situazione di perdurante irregolarità presenti in decine di manifestazioni ‘eno-gastronomiche’ che si svolgono in questo periodo in ogni angolo della nostra provincia. Secondo il nostro osservatorio sono oltre 500 le manifestazione che da giugno ad ottobre si terranno in tutto il territorio, di queste meno di un terzo sono quelle che rispettano le caratteristiche di promozione territoriale che è alla base del provvedimento della Regione Veneto. Manifestazioni autorizzate dalle Amministrazioni Locali nonostante le continue sollecitazioni ad una più attenta selezione. In alcuni casi, continua Rossi, il nostro osservatorio ha rilevato la mancanza di alcuni requisiti di natura igienico sanitaria ed in altri alla normativa amministrativo – fiscale. In altri addirittura si tratta di gruppi o di singoli operatori che inventano una denominazione ‘da fiera’ per organizzare occasioni prettamente commerciali vendute come ‘sagre’. Numerosissime sono le segnalazioni e le richieste di intervento che ci provengono da tutto il territorio, soprattutto da parte di ristoratori, gestori di pizzerie, bar ed esercizi di somministrazione che segnalano la concorrenza sleale portata avanti da queste manifestazioni. Sempre secondo il nostro osservatorio il volume di affari di queste manifestazioni supererà nel 2017, i 20milioni di euro. Si tratta di una situazione oramai insostenibile che mette in difficoltà, ed a volte in ginocchio, molti imprenditori del settore” .